Previous page | 1 | Next page

Bibbia - Archeologia - Periodo Neobabilonese 700bc/523bc

Last Update: 7/10/2010 10:51 AM
Author
Print | Email Notification    
10/21/2009 4:29 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Il "Vat 4956" Informazioni Varie
Evidenze a favore del 607bc e del 1914
Informazioni.
(per domande e discussioni, si prega di usare un Thread a parte)

Intorno agli anni '50 fu ritrovata la copia di un importante diario astronomico del periodo neobabilonese in discreto stato di conservazione. Fu catalogata con la sigla: V.A.T. 4956.

Tale diario fu poi analizzato, traslitterato e tradotto da A. Sachs e da H. Hunger. Da tali ricercatori, in accordo ad altri reperti del periodo, a tale diario fu attribuita la data di osservazione del 568bc (-0567 astronomico), diversamente dalla più probabile data di osservazione alternativa del 587bc (-0586 astronomico) suggerita dalle informazioni storiche della Bibbia sin dal 1890.

Da allora, e specialmente di recente, si sono moltiplicati in rete siti che avvalendosi della datazione di tale reperto archeologico stimata originariamente da Sachs, usano come uno stendardo tale diario astronomico, il Vat 4956, principalmente per smentire il credo di una minoranza religiosa (noti in passato come "Studenti biblici" e attualmente noti come "Testimoni di Geova"). Essi, sin dal lontano 1890 circa, mediante informazioni bibliche e basandosi sulla datazione al 523bc (-0522 astronomico) attribuita all'allora recentemente ritrovato e pubblicato "Strassmaier Cambyse n° 400", avevano identificato con l'anno 607bc (-0606 astronomico) l'anno secolare nel quale Gerusalemme e il suo tempio furono distrutti da Nabucodonosor II°, il figlio di Nabopolassar.

L'identificazione dell'anno della distruzione di Gerusalemme (il 607bc), permise di comprendere a tale minoranza religiosa che i biblici 7 tempi o "Tempi dei Gentili" (un periodo di 2520 anni), si sarebbero conclusi durante l'anno 1914 della nostra era volgare (d.c.). Cambiamenti epocali da quell'anno in poi ricalcano ciò che Gesù stesso profetizzò come segnale per il genere umano per identificare la fine di suddetto periodo di tempo.

Alla conclusione di tale periodo, è profetizzato nella bibbia, sarebbe seguito il ristabilimento del regno di Dio nelle mani di colui che ne aveva il diritto legale (Ezechiele 21:26-27), ovvero Gesù Cristo, che appunto dal 1914 ha posto fine all'incontrastato dominio (da parte di Dio) riguardo ai regni umani che durante tale tempo governarono sulla terra divenendo il resuscitato Gesù re di tutta la terra per disposizione divina.
Tale governo divino nelle mani di Gesù, che tuttora dal cielo regna "in mezzo ai suoi nemici" mentre è compiuta una mondiale opera di annuncio di tale regale evento (la buona notizia del Regno), dovrà presto rivendicare l'indiscussa autorità regale del solo che potrà e saprà governare tutta la terra e l'intero universo in giustizia e Pace; Geova Dio.
Gli attuali governi umani sono esortati tutt'ora a prendere atto di tale prossimo inevitabile cambiamento, se realmente desiderano un mondo nel quale regnino giustizia e pace per sempre. (Salmo 2).

Usando suddetto diario astronomico taluni, in rete, vorrebbero smentire con "prove" archeologiche l'evento distruttivo dell'anno 607bc spostando in avanti di 20 anni (al 587bc) tale avvenimento storico grazie alla stima di datazione al 568bc attribuita, in buona fede da Sachs, a tale diario. Questa relazione "informativa" vuole far conoscere importanti particolai e verifiche trascurate od omesse, mediante le quali è possibile comprendere che:

IL VAT 4956 non può essere usato contro il 1914!
( Il diario Astronomico fu osservato nel 587bc ed è stato originariamente redatto durante il 38° anno di Nabucodonosor II° ).

------------------------------------------------

Domande su questo tema; (relative alla datazione al 607bc contro la datazione al 587bc riguardo alla distruzione di Gerusalemme e del suo tempio, possono essere rivolte all'autore della ricerca:

monseppe@libero.it

In alternativa potete usare anche il FORM_mail:
digilander.libero.it/monseppe/FORMvisit.htm

Sarà data risposta se possibile al più presto, se sarà indicatoun indirizzo Mail per la risposta.
Si prega di fare una domanda alla volta e indicando una specifica richiesta. Non saranno evase domande irrispettose o prive di significato.

monseppe
10/21/2009 4:47 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Referenze riguardo alla ricerca

Personalmente, riconosco come massima autorità una specifica referenza, la Bibbia. Se non è "cattedrato" il nostro creatore, chi lo può essere meglio di lui?

I risultati della ricerca, elaborati astronomicamente, sono stati effettuati mediante un programma di astronomia. Iniziai con RedShift3 e ho concluso la mia ricerca con RedShift6, ma i dati ottenuti (eclissi ed effemeredi) sono sempre stati anche confrontati con riferimenti astronomici ricercati anche nel sito della NASA.

Inoltre, tutti i dati astronomici relativi alla datazione del VAT 4956 per la più probabile datazione di osservazione al 587bc, sono pure stati verificati e confrontati con la data alternativa attualmente accreditata da quasi tutti gli studiosi, ovvero con l'anno 568bc (qui non uso a.e.v, in quanto spesso queste informazioni devono essere lette da persone che non condividono il nostro modo di pensare).

Questo intanto vi dico: Per il significato dei segni cuneiformi ho usato diversi vocabolari trovati in rete e presso diverse università, e ne consulto pure uno che ha circa 6000 lemmi traslati dalle migliaia di tavolette trovate fino ad ora.

Ii principali documenti che usò l'archeologo-Astronomo A. Sachs li ho analizzati dal suo sito: www.caeno.org

Molti documenti storici e reperti del periodo Neobabilonese, li ho analizzati dal sito storico di www.livius.org/

Molti documenti che neppure conoscevo, me li hanno fatti conoscere proprio i sostenitori del 587bc come data di distruzione di Gerusalemme e che usano la datazione del Vat 4956 al 568bc.
Mediante il loro "citare" questo e quel reperto storico ed archelogico a sostegno delle loro opposizioni, sono poi andato a cercare in rete i reperti che ancora non consocevo per analizzarli contestualmente a tutti gli altri, Bibbia inclusa.

Inoltre vi risparmio l'elenco della faticosa ricerca a tappeto che ho dovuto fare in rete per le altre informazioni.
I diari "astronomici" cuneiformi da me analizzati, sono quattro.

Il BM 32312, il diario più vecchio, databile al 653/652bc

Questo Vat 4956 del quale riporterò alcune informazioni in questo forum,

L'ormai noto "Strassmayer Cambyse n° 400" (BM 33066),

e il diario di Antiochio figlio di Antiochio del 198bc.

Certo, dovrei spiegare ancora moltissime cose realtive a:
Eclissi di luna, di sole, Erodoto, Senofonte, Giuseppe Flavio, Tolomeo Beroso Bibbia, Stele di Harran, Cronaca di Nabonedo, Caduta di Ninive, Battaglia di Hiritu, Elenco dei re (diverso da quello di Tolomeo) e molte altre ancora.

Dovrei spiegare come probabilmente molte delle registrazioni che Assurbanipal aveva catalogato in Ninive potrebbero essere state distrutte dalla stessa Adda-Gruppi per perorare la sua adorazione della Luna in contrasto con quella di Giove (Marduk) che prevaleva in Babilonia.
Dovrei spiegare che il fantomatico "Kandalanu" altri non era che lo stesso Assurbanipal (cosa già sospettata da diversi archeologi), ecc ecc.

Ma la cosa più importante, davvero, è che il risultato c'è stato solo perché nel consultare tutte le documentazioni sopra citate ho seguito con attenzione bereana le informazioni della bibbia, specialmente in riferimento a Daniele e a Geremia. E' infatti proprio l'archeologicamente trascurata bibbia quella che mi ha dato le risposte chiave o "prove" che hanno permesso di smascherare un antico inganno storico perpretato dalla regina Adda-gruppi, la madre di Nabonedo, durante i 17 anni del loro regno.

Le parziali informazioni che posso attualmente qui pubblicare, spero che possano essere un aiuto per coloro che sono frastornati dalle incomplete e tendenziose informazioni che vengono sempre più divulgate in rete contro la data del 1914.
Informazioni che hanno la sola ed unica mira di minare la forte fede nel "Regno di Dio" che coraggiosamente l'unto ha contrapposto fermamente finora anche di fronte a "prove" apparentemente incontestabili e di carattere certamente scientifico che "sembrerebbero" indicare un tempo sfasato di 20 anni.
Se si ignora completamente la bibbia, infatti, tali argomentazioni sembrerebbero assolutamente incontestabili.

Perciò vi prego caldamente di NON usare queste informazioni per denigrare, per prevalere, o per fini di versi da quelli di fare una "ferma difesa" contro ogni falso insegnamento che è contro la "Verità!"

Gerusalemme e il suo tempio furono distrutti il decimo giorno del quinto mese del 18/19° anno di Nabucodnosor II°. Tale avvenimento corrisponde alla data Giuliana del 9 Agosto del 607bc (-0606 astronomico)

monseppe1
10/21/2009 5:13 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Informazioni sul Vat 4956
Dal momento che questo reperto archeologico è praticamente alla base, dal punto di vista astronomico, della attuale datazione al 587bc della distruzione di Gerusalemme, che sposterebbe avanti di 20 anni la data del 1914 portandola all'anno 1934, ritengo che sia utile e interessante poterlo conoscere bene.

Dopo lunga ricerca, nel sito russo sotto linkato, che sostiene il 587bc e contro il 607bc, riuscii a trovare una buona rappresentazione fotografica di tale reperto.

http://www.vremena.nm.ru/chapter_4.html#

Di seguito, riporto prima la foto che invece trovai molto tempo prima nel sito di Sachs e Hunger:

www.caeno.org



Capirete che per un autodidatta come me era lo stesso che leggere la scritta di un dottore! Era decisamente incerta la sua lettura.
Il discorso cambiò quindo potei analizzare le seguenti riproduzioni fotografiche:

Questa è la parte detta "frontale" o "Obverse"



Questa invece, è la parte detta "Retro" o "Reverse"


Mentre Questo è il bordo basso del reperto VAT 4956.



Per meglio capire i segni incisi con il sistema di scrittura cuneiforme, i ricercatori hanno messo a punto una tecnica di presentazione computerizzata detta "LineArt", che risalta il segno mediante dei tratti nitidi;

Questa la foto di tutto il Vat 4956 rappresentato in "LineArt".



Immaginatevi la differenza rispetto a quando iniziai, diversi anni fa, a verificare il Vat 4956. La rappresentazione "lineart" (una fotocopia) che trovai inizialmente in un sito di detrattori era la seguente:




Notate che è facile fare confusioni, in quanto datando attualmente il diario per l'anno 568bc, si sposta la distruzione di Gerusalemme al 587bc, che, quarda caso, è invece proprio la data durante la quale suddetto diario fu originalemnte osservato a Babilonia.

Se desiderate, nell'apposita cartella di questa sezione Thread predisposta, possiamo discutere di questo reperto archeologico che fu datato da Abraham Sachs per l'anno 37° di Nabucodonosor II, ovvero alla data del 568bc (-0567 astronomico), invece di valutarlo per la data che consigliava la bibbia, durante l'anno 38° di Nabucodonosor II, ovvero al 587bc (-0586 astronomico).

[Edited by monseppe1 10/21/2009 5:23 PM]
10/21/2009 5:53 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ciclo di Metone

Per capire molte cose, è necessario e importante capire cosa sia il "ciclo di Metone"

Quando non esistevano né computer né orologi, gli antichi forse accolsero il seguente suggerimento di Dio per contare il tempo.

(Genesi 1:14) 14 E Dio proseguì, dicendo: “Si facciano luminari nella distesa dei cieli per fare una divisione fra il giorno e la notte; e dovranno servire come segni e per le stagioni e per i giorni e gli anni.

Il modo più immediato di usare questi astri per misurare il tempo fu quello basato sulla Luna e sulle sue fasi.
Nacque quindi il calendario chiamato "lunare".

La luna compie ogni circa 29,5 giorni una sua orbita intorno alla terra. Dalla terra, tale orbita è marcata dal fenono detto "della luna Nuova", ovvero il momento (poco più di un giorno) durante il quale la luna diventa invisibile trovandosi praticamente allineata col sole (davanti al sole, ovvero fra il sole e la terra).

Il fenomeno dei quarti di luna, quando il nostro satellite si trova a 90° della sua orbita, permise di definire tempi intermedi simili alle nostre settimane.

La terra, però, per compiere una sua orbita intorno al sole impiega circa 365 giorni, mentre i 29,5 giorni di una orbita lunare per i dodici mesi che comporrebbero il periodo di un "anno lunare", sarebbero in tutto: 29,5 x 12 = 354 giorni che sottratti ai 365 giorni di un "anno solare" comportano una differenza di circa 11 giorni ogni anno.

A causa di questo fatto, in soli 3 anni il calendario lunare sarà sfasato di oltre un mese rispetto al calendario solare, e dopo meno di 9 anni, chi usasse sempre lo stesso calendario lunare, si troverebbe ad avere un ritardo tale che vedrebbe la primavera iniziare in pieno inverno.

Per risolvere questo problema, fu inventato il mese "intercalare" o doppio mese.
I Babilonesi avevano due momenti dell'anno durante i quali usavano inserire, quando necessario, tale doppio mese.

Il primo, era dopo il primo mese di primavera (Marzo/Aprile) e lo chiamavano Addaru II (DIR SE) che corrispondeva al mese dopo il loro dodicesimo mese.
Il secondo, oppure nel sesto loro mese contato appunto da Marzo/Aprile, e cadeva dopo Luglio/Agosto e in tal caso lo chiamavano "Ululu II" (KIN DIR).

Gli Ebrei, lo sappiamo, avevano invece un calendario più regolare e aggiungevano ogni tanto un mese intercalare chiamato "VeAdar" nel periodo Marzo/Aprile.

Più avanti, quando il matematico greco Metone quantificò con precisione il problema, fu definito il ciclo che porta il suo nome.

In pratica, ogni 19 anni, durante tale periodo, dovevano essere aggiunti 7 mesi intercalari distanziati ogni uno o due anni fra loro. Segnando con 0 gli anni non intercalati e con A il mese intercalare di Marzo e con U quello di Agosto, si avrebbe (è solo un esempio):
19° anno (il primo; A) o inizio di nuovo ciclo: > | A | 0 | 0 | A | 0 | U | 0 | 0 | A | 0 | 0 | A | 0 | 0 | A | 0 | 0 | U | 0 | Ovvero fine di un ciclo di 19 anni.

Cosa succedeva nei 19° (diciannovesimi) anni (che normalemnte iniziavano un ciclo metonico)? Il calendario Lunare e il calendario solare coincidevano fra loro.

In parole povere, se avete un calendario con le fasi lunari del 2000, e se in quell'anno il primo giorno dell'anno cominciava con la luna piena, anche il calendario del 2019 avrà il primo giorno dell'anno con la luna nuova e durante quell'anno tutte le fasi lunari sararanno uguali durante tutti e docici i mesi sia nel 2000 che nel 2019.

Spiego questo particolare per far comprendere un fatto importante riguardo alla mia ricerca. Se si fa il conto: 587bc - 568bc avremo: 19 anni! cominciamo a capire?

La bibbia, da sempre, con i 70 anni dal 537bc (identificati mediante il BM 33066) indicava il 607bc come anno della distruzione di Gerusalemme.
Il diario astronomico VAT 4956, contrariamente a quanto è stato detto ufficialmente finora (ovvero che fu osservato durante il 37° anno di Nabucodonosor), di fatto, fu osservato durante il 38° anno di Nabucodonosor. Dal 625bc - (+) 38 anni si giunge appunto al 587bc.

Pertanto quasi tutte le fasi della luna del 587bc sarebbero state uguali nella loro fase e nel loro giorno a quelle che si sarebbero osservate durante l'anno 568bc, che era a 19 anni di distanza.
chiaro?

E' per questo, anche, che è stato difficile comprendere subito che la data del 568bc non era quella dell'osservazione del diario astronomico Vat 4956. I riferimenti alle fasi lunari sarebbero coincisi abbastanza coerentemente nelle due date (587bc e 568bc) con le descrizioni anticamente osservate della luna e registrate poi nel diario.

Purtroppo, lo stesso professore Furuli di Oslo è "caduto" nell'inghippo (ovvero non si è accorto) che non doveva fare l'ovvio 568bc - 20 anni = 586bc per verificare la data astronomica alternativa (ovvero reale) al 568bc.
Infatti, se si confrontano le fasi lunari a distanza di 20 anni "DAL 568bc" invece che di 19 anni, essendovi maturato un anno in più, le fasi lunari saranno inevitabilmente sfasate di 11 giorni rispetto al 568bc e quindi NON corrisponderebbero più alle descrizioni del diario divenendo pertanto contestabilissime.

Io, dal momento che ho seguito le informazioni della bibbia nel fare questa ricerca e NON seguendo pertanto la gabbia della datazione attualmente accreditata, ed essa mi ha partato al 38° di Nabucodonosor e al 587bc come ragionevole osservazione del diario, cosa questa, che non smentisce ciò che dice la bibbia per il 607bc; piuttosto ne sarebbe da essa confermata.

Si, è la bibbia che conferma l'archeologia, non viceversa (almeno per me).


7/10/2010 10:51 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

VAT 4956 svelato. "prove" astronomiche confermano il 607bc.

Tali prove le potrete valutare agevolmente, ora, mediante un file.Pdf di circa 8 MB.

La prova più importante (astronomica) è riportata alle pagine 40 e 41.

trovate un file nominato:
"Vat_4956_Svelato.pdf"

è dato come solo uso "informativo". Non ne deve essere fatto nessun lucro senza che sia stato precedentmeente concordato con l'autore.

Facciamo tacere le lingue che si levano contro la "verità".

Non potranno più asserire a ragione scientifica, le loro accuse.

Gerusalemme, è ormai dimostrato, fu distrutta il gioneo 9 Agosto del 607bc.

Fate buon uso delle informazione per aiutare coloro che ancora fossero turbati da paventate prove scientifiche contro il 1914.
Prove "scientifiche", ci sono, ma sono a favore del 607bc e al correlato 1914 e.v. 2520 0anni dopo.

Un caro saluto (e buona assemblea) a tutti i foristi,

Giuseppe
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:48 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com