Testimoni di Geova: Storia, Sociologia, Teologia
printprintFacebook
 
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Facebook  

Negazione del nome di Dio e Trinità

Ultimo Aggiornamento: 21/05/2013 23.41
Autore
Stampa | Notifica email    
OFFLINE
Post: 5.668
Città: AGORDO
Età: 41
Sesso: Maschile
30/01/2011 13.06

Esiste una relazione fra la negazione del nome di Dio nel Cristianesimo maggioritario e la dottrina della Trinità?



Per contatti: roberto.carson@tiscali.it
Jolanda De RienzoIpercaforum39 pt.21/02/2019 22.53 by skindeceiver
Marzia RoncacciTELEGIORNALISTE FANS FORU...27 pt.21/02/2019 16.06 by CarliniCarlo
Idee per un Ankie&Friends miglioreAnkie & Friends - L&#...25 pt.22/02/2019 00.53 by XWF is TNA
OFFLINE
Post: 861
Città: PINEROLO
Età: 48
Sesso: Maschile
30/01/2011 21.22

Re:
Roberto Carson, 30.01.2011 13:06:

Esiste una relazione fra la negazione del nome di Dio nel Cristianesimo maggioritario e la dottrina della Trinità?



Sono in tanti a pensarlo, perché rimuovere il nome proprio del Padre facilita la confusione con eventuali altre persone, in primis il figlio.

La cosa è paradossale, perché il Nome di Dio, seppur non pronunciato volentieri da molte correnti ebraiche, riveste un'importanza notevole in tutto l'ebraismo! [SM=g27995]

Simon
OFFLINE
Post: 5.668
Città: AGORDO
Età: 41
Sesso: Maschile
30/01/2011 21.36

Direi che anche il Cristianesimo maggioritario ha una notevole responsabilità al rigurdo. Nell'Ebraismo, pur non usandolo, tale nome viene comunque rispettato. Nel Cattolicesimo e nel Protestantesimo, invece, è stato del tutto dimenticato o rinnegato. In una nota il calce della traduzione biblica della CEI viene detto: "Il nome di Dio è Dio stesso". Mi sembra un ingiusto tentativo di occultamento dell'esistenza del nome divino.

Una cosa che ho sempre pensato è che chiamando Dio "Signore" e anche Gesù "Signore", si sia creata una confusione che abbia favorito lo sviluppo della dottrina trinitaria.



Per contatti: roberto.carson@tiscali.it
OFFLINE
Post: 861
Città: PINEROLO
Età: 48
Sesso: Maschile
30/01/2011 22.19

Re:
Roberto Carson, 30.01.2011 21:36:

Direi che anche il Cristianesimo maggioritario ha una notevole responsabilità al rigurdo. Nell'Ebraismo, pur non usandolo, tale nome viene comunque rispettato. Nel Cattolicesimo e nel Protestantesimo, invece, è stato del tutto dimenticato o rinnegato. In una nota il calce della traduzione biblica della CEI viene detto: "Il nome di Dio è Dio stesso". Mi sembra un ingiusto tentativo di occultamento dell'esistenza del nome divino.

Una cosa che ho sempre pensato è che chiamando Dio "Signore" e anche Gesù "Signore", si sia creata una confusione che abbia favorito lo sviluppo della dottrina trinitaria.



Questa è la stessa teoria sostenuta anche da Howard e in parte da BeDuhn. Dall'analisi delle Scritture è chiaro che non si puo' identificare il Nome con tutte le occorrenze di Kyrios, semplicemente perché i due titoli non sono sovrapponibili.

Il colmo dell'ipocrisia, a mio avviso, si raggiunge con la motivazione spesso addotta per la cancellazione del nome: il rispetto verso le pratiche degli ebrei!

Simon
OFFLINE
Post: 5.668
Città: AGORDO
Età: 41
Sesso: Maschile
01/02/2011 17.06


Il colmo dell'ipocrisia, a mio avviso, si raggiunge con la motivazione spesso addotta per la cancellazione del nome: il rispetto verso le pratiche degli ebrei!



Sono d'accordo che si tratta di ipocrisia pura. Infatti gli ebrei non usano tale nome per un eccesso di rispetto, ma lo custodiscono e lo rispettano. La chiesa invece lo ha cancellato e rinnegato del tutto.



Per contatti: roberto.carson@tiscali.it
OFFLINE
Post: 484
Città: NAPOLI
Età: 28
Sesso: Maschile
01/02/2011 21.32

Il Cristianesimo maggioritario nega che Dio abbia un nome? Questa mi giunge nuova. Quando frequentavo la chiesa cattolica il mio parroco pronunciava spesso il Tetragramma (con la vocalizzazione più diffusa oggi) nel corso delle sue prediche. Anche alle scuole elementari le suore mi fecero imparare il Nome dal libro di religione, anche se erroneamente mi dissero che significava "Io sono".
Tra i Protestanti che conosco non mi pare che qualcuno neghi l'esistenza del Nome Divino, semmai affermano che non ha molta importanza.

Shalom.
[Modificato da .:mErA:. 01/02/2011 21.34]
-------------------------------------
http://www.ritornoallatorah.it
OFFLINE
Post: 5.668
Città: AGORDO
Età: 41
Sesso: Maschile
01/02/2011 21.49

Re:
.:mErA:., 01/02/2011 21.32:

Il Cristianesimo maggioritario nega che Dio abbia un nome? Questa mi giunge nuova. Quando frequentavo la chiesa cattolica il mio parroco pronunciava spesso il Tetragramma (con la vocalizzazione più diffusa oggi) nel corso delle sue prediche. Anche alle scuole elementari le suore mi fecero imparare il Nome dal libro di religione, anche se erroneamente mi dissero che significava "Io sono".
Tra i Protestanti che conosco non mi pare che qualcuno neghi l'esistenza del Nome Divino, semmai affermano che non ha molta importanza.

Shalom.



Nel Cristianesimo maggioritario, il nome divino rappresentato dal tetragramma, non è l'unico nome di Dio, ma uno dei tanti nomi di Dio. Gli appellativi "Dio" o "Signore", secondo il Cattolicesimo, sarebbero anch'essi dei nomi di Dio alla stesso modo di come lo sia YHWH.





Per contatti: roberto.carson@tiscali.it
OFFLINE
Post: 40
Città: MILANO
Età: 25
Sesso: Maschile
01/02/2011 22.13

Ciao a tutti!

Se Dio si è dato un nome ci sarà un motivo.
Come i nostri nomi servono a distinguerci gli uni dagli altri,anche il nome divino serve per distinguere ma anche esaltare ,in questo caso ,il Solo Vero Dio Geova.

Non sempre i nostri nomi rispecchiano le nostre qualità,ma nel caso di Geova si.
Se coloro che sostengono la trinità ragionassero sul significato del sacro nome comprenderebbero che Dio è unico ,incomparabile e solo.
Invece la formula trinitaria afferma senza mezzi termini che Gesù,lo S.S e Geova siano coeterni e coeguali.

Comunque per quanto riguarda la trinità,non è solo "l'assenza "del nome a causare confusione,ma i quattro secoli di speculazioni filosofiche.
[Modificato da Roberto Carson 01/02/2011 22.16]
OFFLINE
Post: 5.668
Città: AGORDO
Età: 41
Sesso: Maschile
01/02/2011 22.18


Se coloro che sostengono la trinità ragionassero sul significato del sacro nome comprenderebbero che Dio è unico ,incomparabile e solo.
Invece la formula trinitaria afferma senza mezzi termini che Gesù,lo S.S e Geova siano coeterni e coeguali.



Caro Enciclopedia, il punto è proprio questo. I trinitari rigettano il nome di Dio perchè la sua accettazione cozzerebbe con l'esistenza stessa della dottrina.



Per contatti: roberto.carson@tiscali.it
OFFLINE
Post: 5.668
Città: AGORDO
Età: 41
Sesso: Maschile
04/02/2011 12.44

Re:
.:mErA:., 01/02/2011 21.32:

Il Cristianesimo maggioritario nega che Dio abbia un nome? Questa mi giunge nuova. Quando frequentavo la chiesa cattolica il mio parroco pronunciava spesso il Tetragramma (con la vocalizzazione più diffusa oggi) nel corso delle sue prediche. Anche alle scuole elementari le suore mi fecero imparare il Nome dal libro di religione, anche se erroneamente mi dissero che significava "Io sono".
Tra i Protestanti che conosco non mi pare che qualcuno neghi l'esistenza del Nome Divino, semmai affermano che non ha molta importanza.

Shalom.



Secondo il Dizionario Biblico di Novello Pederzini (Edizioni Calderini, 1967) alla voce Dio (nome di) dice quanto segue:

"i nomi con i quali è chiamato Dio sono: 1. El etim. "il potente"; 2. Eloha e 3. Elohim: forme intensive di El; 4. El-Shaddaj: l' "Onnipotente"; 5. Iahvè: "Colui che è".

Come potrai notare, in ambito cattolico, quelli che sono sono degli appellativi che nella Bibbia identificano Dio, vengono comunemente scambiato per dei nomi di Dio.

[Modificato da Roberto Carson 04/02/2011 12.45]



Per contatti: roberto.carson@tiscali.it
OFFLINE
Post: 40
Città: MILANO
Età: 25
Sesso: Maschile
04/02/2011 22.59

Devo dire che all'interno di alcune denominazioni cristiane il nome divino viene anche utilizzato,ma sono solamente delle eccezioni.

Il nome di Dio è molto importante al fine di conoscerlo.I nostri nomi non rispecchiano le nostre caratteristiche,ma quello di Dio si.

Non bisogna dimenticare che il Suo nome deve essere esaltato e non capisco come si possa farlo se lo si "banna"dalle traduzioni bibliche!!
OFFLINE
Post: 484
Città: NAPOLI
Età: 28
Sesso: Maschile
04/02/2011 23.03


"i nomi con i quali è chiamato Dio sono: 1. El etim. "il potente"; 2. Eloha e 3. Elohim: forme intensive di El; 4. El-Shaddaj: l' "Onnipotente"; 5. Iahvè: "Colui che è".


Capisco.... sono comunque contento che abbiano scritto in modo corretto il significato di El e che abbiano riconosciuto Elohim come forma intensiva e non come plurale.

Anche nell'Ebraismo i vari titoli divini sono chiamati Nomi, e questo perchè in effetti spesso nella Bibbia vengono usati grammaticalmente come nomi propri invece che come aggettivi.
Il Tetragramma però è il Nome per eccellenza perchè è quello che non deriva da una manifestazione di Dio nel mondo.
Dio è chiamato Elohim quando giudica, El-Chai quando si differenzia dagli idoli pagani ecc., mentre il Tetragramma è il Nome che non dipende dalle sue azioni ma esiste da sempre.

Shalom.
-------------------------------------
http://www.ritornoallatorah.it
OFFLINE
Post: 5.668
Città: AGORDO
Età: 41
Sesso: Maschile
05/02/2011 00.00


Dio è chiamato Elohim quando giudica, El-Chai quando si differenzia dagli idoli pagani ecc., mentre il Tetragramma è il Nome che non dipende dalle sue azioni ma esiste da sempre.



Nell'Ebraismo queste differenze tra i vari appellativi vengono evidenziate. Nella cristianità invece, tra i vari titoli e il Nome per eccellenza YHWH non vi è alcuna differenza.



Per contatti: roberto.carson@tiscali.it
OFFLINE
Post: 482
Città: MILANO
Età: 75
Sesso: Maschile
05/02/2011 13.31

Enciclopedia

Il nome di Dio è molto importante al fine di conoscerlo.I nostri nomi non rispecchiano le nostre caratteristiche,ma quello di Dio si.


Ti riferisci all’episodio di Mosè presso il roveto ardente?
Mi pare quindi che è importante conoscere le caratteristiche di Dio infatti nell’episodio Dio svela, per quanto è possibile far capire all’uomo, le sue caratteristiche:il nome che ne deriva infatti non è tale per se stesso, ma per ciò che significa.
L’influsso del comandamento di non pronunciare il nome divino su ciò che è vano fu tanto forte che il lettore che incontrava il Tetragramma vocalizzava le quattro consonanti del Tetragramma (YHWH) con le vocali di ‘Adonay, e comunque nella traduzione greca dei Settanta (200 a.C.), il Tetragramma è tradotto con Kyrios (= Signore), l’equivalente greco di ‘Adonay.
Se poi nel tempo se ne è persa la vera pronuncia significa che vocalizzando in qualche modo il tetragramma pronunciamo un “nome” che non ha più il significato etimologico primigenio se non nella nostra pura intenzione, con la stessa intenzione possiamo usare altri nomi, Colui che ci ascolta leggerà nel cuore tale intenzione.

Mera

Il Tetragramma però è il Nome per eccellenza perchè è quello che non deriva da una manifestazione di Dio nel mondo.
Dio è chiamato Elohim quando giudica, El-Chai quando si differenzia dagli idoli pagani ecc., mentre il Tetragramma è il Nome che non dipende dalle sue azioni ma esiste da sempre.


Qui vuoi dire che mentre gli altri nomi specificano Dio in una particolare manifestazione (presumo pur sempre manifestazione di Dio),il Tetragramma indica la sua essenza?
Ti sarei grato pure se indicassi brevemente quale è l’attuale rapporto degli ebrei con il tetragramma e quali e quante ricorrenze abbia oggi nella loro Bibbia. Sono consapevole che a nessuno meglio del popolo ebraico sta a cuore il sacro nome.
Inoltre come considerano gli Ebrei le varie vocalizzazioni tutt’ora in uso, compreso Geova, e come giudicano, qualora fosse la vera pronuncia, l’uso frequente in tanti diversi contesti?


Alle reiterate accuse di “ipocrisia” e “negazionismo”
"L’enciclopedia cattolica cathopedia recita:
YHWH (יהוה) è il nome maggiormente usato per indicare Dio nell'Antico Testamento ebraico (Tanakh). Viene anche indicato come "tetragramma" biblico o sacro, dal greco τετρα (tetra, "quattro") e γράμματον (gràmmaton, "scrittura, lettera"), essendo composto dalle quattro lettere ebraiche yod, he, waw, he."
Fa poi la cronistoria dei successivi eventi sopra accennati che hanno portato a utilizzare il sacro nome soprattutto da parte dei sacerdoti in solenni momenti liturgici e sostituendolo nella versione greca dei LXX con altre espressioni.
Il cristianesimo ha poi ereditato tali scritture.
OFFLINE
Post: 40
Città: MILANO
Età: 25
Sesso: Maschile
05/02/2011 17.17

Ciao Pavel!
Quello che dici è vero oggi noi non sappiamo quale sia la corretta pronuncia del nome divino.

Tuttavia voglio chiarire alcuni punti.

(1) Nella settanta greca è vero che il nome divino viene sostituito con "Kyrios",ma bisogna pure tenere conto che quegli scritti non sono gli originali. Tuttavia esistono anche dei frammenti in cui il tetragramma non vocalizzato è presente.Quindi bisogna lasciare "la porta aperta" all'idea che nel primo secolo il nome di Dio veniva utilizzato.
(2)Ciò che si è persa è l'esatta pronuncia non l'esatto significato.

Io non voglio discutere su quale sia la corretta pronuncia del nome perchè non ne ho le basi per farlo.
Il fatto è che conosciamo il significato del nome di Dio e nella Scrittura è ben spiegato che tale nome,che corrisponde al Solo e Vero Dio,deve essere glorificato.

Anche se titoli di Dio vengono utilizzati come nomi,niente ci lascia intendere che siano in effetti nomi personali.

Grazie Pavel per le tue considerazioni!
OFFLINE
Post: 861
Città: PINEROLO
Età: 48
Sesso: Maschile
06/02/2011 18.59

Re:
.:mErA:., 04.02.2011 23:03:


"i nomi con i quali è chiamato Dio sono: 1. El etim. "il potente"; 2. Eloha e 3. Elohim: forme intensive di El; 4. El-Shaddaj: l' "Onnipotente"; 5. Iahvè: "Colui che è".


Capisco.... sono comunque contento che abbiano scritto in modo corretto il significato di El e che abbiano riconosciuto Elohim come forma intensiva e non come plurale.

Anche nell'Ebraismo i vari titoli divini sono chiamati Nomi, e questo perchè in effetti spesso nella Bibbia vengono usati grammaticalmente come nomi propri invece che come aggettivi.
Il Tetragramma però è il Nome per eccellenza perchè è quello che non deriva da una manifestazione di Dio nel mondo.
Dio è chiamato Elohim quando giudica, El-Chai quando si differenzia dagli idoli pagani ecc., mentre il Tetragramma è il Nome che non dipende dalle sue azioni ma esiste da sempre.

Shalom.



In effetti l'obbligo di uso appropriato è specificato per "il Nome", cha ha un certo punto non venne nemmeno piu' pronunciato, mentre gli altri "attributi" continuarono ad essere usati.

Mi lascia davvero perplesso vedere la confusione che viene fatta a riguardo, anche da sedicenti "ebrei", quando la stessa Tanakh è chiarissima a riguardo.

Simon
OFFLINE
Post: 100
Città: PIOMBINO
Età: 80
Sesso: Femminile
21/05/2013 23.41

negazione delNOME
negare ed eliminare il NOME è come cancellarlo dalla mente,odiarlo questo NOME,,ad alcuni incute paura.....satana sapendo che conoscere DIO per nome.può invitare alle persone a conoscerlo più a fondo ...ecco perchè meno lo sentono ,meno sono indotti a pregarlo.non sapendo peròche più lo conosciamo più siamo indotti ad adorarlo [SM=g27998]
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
 | 
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 09.48. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com