Testimoni di Geova: Storia, Sociologia, Teologia
printprintFacebook
 
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Facebook  

ELIMINARE IL NOME DIVINO DALLA LITURGIA

Ultimo Aggiornamento: 13/03/2012 14.38
Autore
Stampa | Notifica email    
OFFLINE
Post: 111
Città: ALLEIN
Età: 46
Sesso: Maschile
10/05/2011 08.32

SCANDALOSO!
http://www.zenit.org/rssitalian-15378

LA SANTA SEDE CHIEDE DI OMETTERE IL TERMINE “YAHVÈ” NELLA LITURGIA

*Lettera del Cardinale Arinze alle Conferenze Episcopali sul nome di Dio*

CITTA' DEL VATICANO, giovedì, 11 settembre 2008 (ZENIT.org).- La Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti ha inviato una lettera alle Conferenze Episcopali del mondo sul nome di Dio, in cui chiede di non usare il termine “Yahvè” in liturgie, preghiere e canti.

La lettera si riferisce all'uso del nome “YHWH”, con cui si designa Dio nell'Antico Testamento e che in italiano viene letto “Yahvè”.

Il testo spiega che questo termine deve tradursi in base all'equivalente ebraico “Adonai” o al greco “Kyrios”, e porta come esempi le traduzioni accettabili in cinque lingue: Lord (inglés), Signore (italiano), Seigneur (francese), Herr (tedesco) e Señor (spagnolo).

Il testo è firmato dal Cardinale Francis Arinze e dall'Arcivescovo Albert Malcom Ranjith, rispettivamente prefetto e segretario della Congregazione vaticana, seguendo una direttiva di Benedetto XVI.

“Per far sì che la Parola di Dio, scritta nei sacri testi, possa essere conservata e trasmessa in modo integrale e fedele, ogni traduzione moderna del libro della Bibbia punta ad essere una trasposizione fedele ed accurata dei testi originali”, chiariscono gli autori della lettera.

“Un tale sforzo letterale richiede che il testo originale possa essere tradotto nel modo più integrale e accurato possibile, senza omissioni o aggiunte per quanto riguarda i contenuti, e senza introdurre glosse esplicative o parafrasi che non appartengono al testo sacro stesso. Per quanto riguarda il nome stesso di Dio, i traduttori devono usare il massimo di fedeltà e rispetto”.

“Nonostante questa chiara norma in anni recenti ha preso piede la prassi di pronunciare il nome proprio del Dio di Israele, conosciuto come il tetragramma divino”, si constata.

La lettera ricorda diversi passaggi del Nuovo Testamento nel quale si mette in luce la natura divina di Gesù Cristo. “Evitare di pronunciare il tetragramma del nome di Dio da parte della Chiesa ha quindi i suoi fondamenti”, spiega il dicastero vaticano.

“A parte i motivi di ordine meramente filologico, c'è anche quello di rimanere fedeli alla tradizione della Chiesa, dall'inizio, di non pronunciare mai il sacro tetragramma nel contesto cristiano e di non tradurlo in una delle lingue nelle quali la Bibbia è stata tradotta”.

Per questo motivo, “nelle celebrazioni liturgiche, nelle canzoni e nelle preghiere il nome di Dio nella forma di tetragramma 'YHWH' non è da usare né da pronunciare”.
[Modificato da biblista 10/05/2011 08.33]
Jolanda De RienzoIpercaforum39 pt.21/02/2019 22.53 by skindeceiver
Marzia RoncacciTELEGIORNALISTE FANS FORU...27 pt.21/02/2019 16.06 by CarliniCarlo
Idee per un Ankie&Friends miglioreAnkie & Friends - L&#...25 pt.22/02/2019 00.53 by XWF is TNA
OFFLINE
Post: 5.668
Città: AGORDO
Età: 41
Sesso: Maschile
10/05/2011 19.08

Personalmente non capisco da cosa scaturisca questa forma di repulsione da parte della Chiesa Cattolica verso il Nome di Dio.

“Per far sì che la Parola di Dio, scritta nei sacri testi, possa essere conservata e trasmessa in modo integrale e fedele, ogni traduzione moderna del libro della Bibbia punta ad essere una trasposizione fedele ed accurata dei testi originali”, chiariscono gli autori della lettera.

“Un tale sforzo letterale richiede che il testo originale possa essere tradotto nel modo più integrale e accurato possibile, senza omissioni o aggiunte per quanto riguarda i contenuti, e senza introdurre glosse esplicative o parafrasi che non appartengono al testo sacro stesso. Per quanto riguarda il nome stesso di Dio, i traduttori devono usare il massimo di fedeltà e rispetto”.

Questa è una lampante contraddizione. Non è logico sforzarsi di mantare i testi della Bibbia il più conforme possibile agli originali sostituendo il Tetragramma. (Apocalisse 22:19)

La lettera ricorda diversi passaggi del Nuovo Testamento nel quale si mette in luce la natura divina di Gesù Cristo.

Quanto riportato sopra è un'ulteriore conferma della tesi che la nascita della dottrina della Trinità è prettamente legata al mancato uso del Nome Divino da parte dei cristiani post-apostolici.

“Evitare di pronunciare il tetragramma del nome di Dio da parte della Chiesa ha quindi i suoi fondamenti”, spiega il dicastero vaticano.

Non vi è fondamento alcuno!

“A parte i motivi di ordine meramente filologico, c'è anche quello di rimanere fedeli alla tradizione della Chiesa, dall'inizio, di non pronunciare mai il sacro tetragramma nel contesto cristiano e di non tradurlo in una delle lingue nelle quali la Bibbia è stata tradotta”.

Quindi, in ambito cattolico, la tradizione della Chiesa ha più importanza della Bibbia stessa.



Per contatti: roberto.carson@tiscali.it
OFFLINE
Post: 100
Città: PIOMBINO
Età: 80
Sesso: Femminile
01/03/2012 15.30

eliminare ilNOME?
veramente sembra proprio ripulsione!allora perché questo NOME DIVINO non viene eliminato sopra i portali delle chiese?-Quante persone entrando in chiesa domanderanno:cosa vuol dire questo nome? cosa risponderanno loro? [SM=g27991]
OFFLINE
Post: 1.038
Sesso: Maschile
08/03/2012 11.29

Beh... non è che poi ci siano tutte queste chiese con il Nome Divino in latino o italiano sul portale, io le conto sulle dita di una mano!

Shalom [SM=g27987]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
OFFLINE
Post: 100
Città: PIOMBINO
Età: 80
Sesso: Femminile
12/03/2012 15.04

eliminare il nome?
veramente il NOME è riportato più di 5 volte ma ne ho viste più di 22 nel (photo gallery) coniato sulle monete e riportato in altri luoghi d'europa.
OFFLINE
Post: 100
Città: PIOMBINO
Età: 80
Sesso: Femminile
13/03/2012 14.38

eliminare il nome di DIO?
domanda:come si santifica il nome di DIO,come indica la preghiera del Padrenostro,se la chiesa,per rimanere fedele alla sua tradizione,proibisce di pronunciarlo? a chi dobbiamo ubbidire a DIO o a gli uomini?
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
 | 
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 09.08. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com