00 6/6/2011 4:39 PM
2) Affermazione di Catalano da intervista

Nel merito strettamente scientifico (la teoria dell'evoluzione , ndr) non ha alcuna spiegazione credibile e sperimentalmente verificabile circa l’origine della vita, solo ipotesi che però non reggono al vaglio delle leggi della termodinamica e della teoria dell’informazione. Sul piano epistemologico questa teoria si sottrae – la convinzione non è solo mia – al criterio di falsificabilità di Popper mediante il quale si può stabilire se una teoria è veramente scientifica.

Commento Odifreddi :dire che il punto debole della teoria dell'evoluzione è che non spiega l'origine della vita, significa non aver capito niente della teoria stessa. che si chiama appunto "evoluzione" (di ciò che esiste), e non "creazione" (di ciò che ancora non c'è). non è compito della teoria dell'evoluzione spiegare l'origine della vita, e la teoria non si sogna di farlo. è una critica sciocca come quella che dicesse che il punto debole della chimica è che non spiega l'origine dell'universo.

Controdeduzioni Catalano:Non ho mai letto in vita mia un solo testo di biologia che non si fosse occupato primariamente del problema delle origini della vita come prologo fondamentale della teoria dell'evoluzione ed esistono tante diverse teorie sulle origini della vita per quanti biologi se ne siano occupati. Se il prof. Odifreddi vuole buttarla sulle distinzioni semantiche faccia pure, ma allora dovrebbero essere riscritti tutti i testi di biologia, con frasi del tipo “ L'origine della vita esula dagli scopi di questo libro e della teoria dell'evoluzione e quindi non ce ne occuperemo, anche perchè non è affar nostro “ (e di chi allora ? ndr). Più che una risposta sul significato semantico del termine evoluzione avrei preferito una risposta sul merito della questione.



Per contatti: roberto.carson@tiscali.it